domenica 6 maggio 2012

L’olio essenziale di limone+ricetta oleolito

Image and video hosting by TinyPic

Il limone è un albero da frutto appartenente al genere citrus e alla famiglia delle rutacee. L’olio essenziale si ricava dalla buccia del frutto con metodo della spremitura a freddo, da cui si ottiene un liquido giallo, con il tipico profumo agrumato.

Vediamo a cosa può servirci:
  • è un ottimo antibatterico ed antisettico, quindi consigliato in caso di sintomi influenzali (febbre, mal di gola, tosse, raffreddore), nonché disinfettante per ferite ed infezioni varie (herpes, congiuntivite, ecc.);
  • agisce sul sistema nervoso e, se inalato (3-5 gocce), può aiutare in caso di insonnia, ansia, nervosismo e può migliorare la memoria e la concentrazione;
  • ha una funzione depurativa e, se ne aggiungiamo 2 gocce ad un cucchiaino di miele aiuta in caso di pressione alta, stimola le funzioni di fegato e pancreas, combatte l’acidità ed il bruciore di stomaco e favorisce la digestione;
  • se ne mettiamo 10 gocce nel diffusore di essenze e negli umidificatori per ambienti, profuma e purifica l’ambiente;
  • ha proprietà antireumatiche e antiartritiche e basta aggiungerne 3-5 gocce all’olio da massaggio;
  • può migliorare la circolazionevenosa e rendere il sangue più fluido;
  • per problemi alle gengive, alitosi o stomatiti, bastano 10 gocce in un bicchiere d’acqua per fare dei gargarismi anche 2-3 volte al giorno;
  • è un ottimo rinforzante e schiarente per le unghie deboli ed ingiallite;
  • ha proprietà schiarenti, cicatrizzanti e purificanti, ed è per questo molto usato nei cosmetici casalinghi per curare i problemi di macchie cutanee, acne e rughe (basta aggiungerne anche solo una goccia alla maschera/crema che si sta usando);
  • per chi ha i capelli fragili, grassi e/o con problemi di forfora può aggiungerne alcune gocce allo shampoo neutro, ricordandovi di agitarlo prima dell’uso;
  • ha una funzione rinfrescante e tonificante, infatti può essere aggiunto nell’acqua della vasca da bagno o nella spugna insieme al doccia schiuma (5-10 gocce);
  • aiuta a ridurre la cellulite se mescoliamo alcune gocce all’olio da massaggio scelto (oppure alla crema specifica anticellulite);
  • può essere anche utilizzato per la pulizia in cucina: alcune gocce aggiunte al detersivo in lavastoviglie disinfettano e profumano (stessa cosa per il detersivo per pulire i pavimenti); con una spugna e acqua tiepida possiamo pulire il frigorifero.

E' importante sapere che:
  • l’uso prolungato ed eccessivo dell’olio essenziale di limone può provocare abbassamenti di pressione;
  • non dovete assolutamente utilizzarlo prima di un’esposizione al sole perché è fotosensibilizzante;
  • evitate di utilizzarlo puro sulla pelle;
  • è atossico, ma può comunque irritare e sensibilizzare la pelle;
  • dovete conservarlo al riparo da luce e calore, ricordandovi di chiudere correttamente la confezione per far si che vi duri almeno per un anno.

Come preparare in casa un oleolito al limone?
  1. Sbucciate dei limoni biologici e lasciate essiccare le bucce su uno strofinaccio per 1 giorno;
  2. mettetele poi in un barattolo di vetro ben pulito e asciutto ed aggiungete per una metà olio extravergine di oliva e per l’altra metà olio di mandorle dolci puro finché non ricoprite tutte le bucce;
  3. richiudete il barattolo con il suo coperchio e ricopritelo con la carta alluminio;
  4. conservatelo in un luogo buio,  fresco ed asciutto per 30-40 giorni, agitando il barattolo possibilmente ogni giorno;
  5. ora prendete un barattolo pulito, un imbuto ed un passino e versateci tutto il contenuto premendo bene soprattutto le bucce perché sta lì la parte migliore;
  6. richiudete il nuovo barattolo e lasciatelo riposare stavolta solo per un giorno;
  7. effettuate quindi un secondo filtraggio (perché sicuramente saranno rimasti dei residui) e stavolta insieme all’imbuto servirà un panno di cotone pulito (oppure un po’ di garza); versate il liquido piano piano in una bottiglia (possibilmente di vetro scuro) fino all’ultima goccia (se però l’ultima parte di olio contiene delle bollicine d’acqua lasciatelo perdere, o magari utilizzatelo al momento, altrimenti il vostro olio andrà a male).
Mi raccomando quest’olio fatto in casa va bene solo se applicato sulla pelle, sui capelli e sulle unghie, quindi solo per uso ESTERNO.

Se conoscete qualche altro rimedio sono tutta orecchie :)



8 commenti:

  1. Ciao Maria, ti ho lasciato una sorpresina sul mio blog ^^
    http://senzanomesenzatitolo.blogspot.it/2012/05/quello-che-avrei-dovuto-fare-prima-1.html

    RispondiElimina
  2. Molto carina l'idea e la ricetta, se riesco lo farò sicuramente! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma si dai... non è difficile ^_^

      Elimina
  3. Molto interessante proverò sicuramente se ti va passa da me!
    http://larmadiodimartina.blogspot.it/
    ti seguo!

    RispondiElimina
  4. Un post molto interessante!

    Mimma
    www.myfashionsketchbook.com

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...