Visualizzazione post con etichetta Consigli Make up. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Consigli Make up. Mostra tutti i post

giovedì 19 aprile 2012

La scelta dei colori


Prima di truccarci la prima cosa che dobbiamo pensare è quella di scegliere i colori giusti per evitare pasticci. La scelta può dipendere dalla nostra carnagione, dal colore dei nostri occhi e capelli, da ciò che indossiamo, dalla moda del momento, persino dal nostro umore! Quindi non esistono colori giusti e sbagliati, ma solo colori consigliati :)

In generale possiamo optare per:
  • un trucco naturale con toni neutri e opachi

Image and video hosting by TinyPic


  • un trucco colorato (vivace o no sta a voi deciderlo)

Image and video hosting by TinyPic

  • un trucco sexy o da sera con toni scuri e/o shimmer

Image and video hosting by TinyPic

La regola principale è quella di non mischiare i colori caldi con i colori freddi.

Image and video hosting by TinyPic

  • Sono caldi i colori che tendono all’arancio e al rosso
  • Sono freddi i colori che tendono al viola e al blu
  • Sono neutri i colori che tendono al nero, al bianco e al grigio

Per quanto riguarda le tonalità di ombretto, dobbiamo cercare quei colori che risaltano il bianco dell’occhio (e di conseguenza l’iride), ossia le tonalità dello stesso colore dei nostri occhi o i colori complementari; in questo caso può esservi di aiuto il cerchio cromatico di Itten, che consente di determinare sia il risultato della mescolanza di un colore con un altro, sia il complementare di ciascuno di essi (es. rosso-verde, blu-arancione).

Image and video hosting by TinyPic

  • A chi ha gli occhi azzurri/blu stanno bene tutte le tonalità del blu (soprattutto il blu profondo), il grigio, l’argento, il rosa, ma anche il bronzo.
  • Chi ha gli occhi verdi può optare per il verde intenso e tutte le tonalità del verde, ma anche per il viola, il prugna, l’oro ed il rame.
  • Chi ha gli occhi marroni invece può sbizzarrirsi con tutti i colori (o quasi), ma certamente quelli che li rendono più belli sono i colori “naturali”.
  • Chi ha una carnagione molto chiara dovrebbe evitare i colori troppo scuri perché evidenziano il pallore, e viceversa chi ha una carnagione scura dovrebbe evitare i colori troppo chiari.

I colori opachi sono versatili, nel senso che vanno bene per tutte le donne, giovani e meno giovani, possono essere adatti al giorno, alla sera ed a qualsiasi occasione.
I colori shimmer invece sono da evitare per le donne sopra i 40 anni (perché evidenziano le linee di espressione), e vanno bene la sera e per qualche occasione particolare (tipo una serata in discoteca), anche se io ad esser sincera li uso molto più spesso perché mi piacciono di più!

La cosa più importante è fare attenzione agli abbinamenti: l’ombretto deve sposarsi col rossetto e col fard, e se decidete di evidenziare col make up soprattutto i vostri occhi (ad esempio con uno smokey eyes) ricordatevi di scegliere poi un rossetto nude o un lip gloss trasparente. Io per gli abbinamenti mi aiuto molto guardando le riviste di moda. :)

sabato 11 febbraio 2012

Cos'è il primer e a cosa serve?



Il primer è una base da stendere dopo l’applicazione e asciugatura della crema viso; la sua funzione principale è quella di far durare più a lungo il trucco (grazie all’effetto barriera che crea tra il make up e il sebo della pelle) e rendere la pelle più liscia, compatta e uniforme, in modo da non far penetrare i prodotti nelle linee d’espressione; ne esistono davvero vari tipi in commercio:
  • opacizzanti e/o oil free per chi ha la pelle grassa/mista
  • illuminanti, per rendere la pelle più luminosa
  • colorati (ad esempio quelli verdi servono per minimizzare rossori e couperose, quelli rosa servono a chi ha un colorito spento, ecc.)
  • per viso, che, nella maggior parte dei casi ha la consistenza di un gel trasparente e serve a facilitare l’applicazione del fondotinta e a farlo durare tutta la giornata
  • specifico per occhi, un prodotto in crema che serve ad uniformare la superficie di tutta la palpebra,  fissare e mantenere l’ombretto o pigmento intatti per ore, ed in alcuni casi ne rende più vivo il colore (per questo ne esistono di varie tonalità)
  • specifico per labbra, che serve a far durare più a lungo il rossetto
Nota negativa: la maggior parte dei primer  contiene silicone, che è la causa principale della comparsa di punti neri e brufoli, poiché “soffoca” la pelle.

Come applicarlo? Con le dita molto semplicemente, prendendone una piccola quantità e massaggiandolo su tutto il viso uniformemente oppure su particolari zone critiche; è inutile secondo me usare la spugnetta o un pennello; dopo averlo steso ricordatevi di farlo asciugare per bene.

Quando usarlo? Il meno possibile…io ad esempio il primer viso lo utilizzo solo per alcune ricorrenze oppure quando ho davvero il bisogno che il trucco rimanga intatto un’intera giornata; certamente ad utilizzarlo più spesso dovrebbero essere le donne non più giovanissime che cominciano ad avere le prime rughe, e le donne mature; il primer occhi lo applico solo se non utilizzo prodotti waterproof; quello labbra invece non l’ho proprio acquistato perché oramai vendono rossetti a lunga tenuta e tinte per labbra (per saperne di più >clicca qui< ).

Cosa potremmo usare al posto del primer? Per me è fondamentale la cura del viso, quindi per chi ha dei problemi particolari il mio consiglio è quello di non correggerli con il make up, ma partire dalla radice del problema, la nostra pelle! Applicando una crema viso adatta alle nostre esigenze, un fondotinta di alta qualità ed una buona cipria opacizzante, non vi garantisco che il trucco vi durerà tutto il giorno, perché dipende molto dai prodotti che si acquistano, ma dalle 4 alle 6 ore secondo me si può star tranquille, magari portando con noi tutto il necessario per ritoccare il make up nel caso servisse! 

Fra quelli che ho provato non ce n’è uno che mi ha entusiasmata più di tanto: ho provato quelli della bottega verde e non mi sono piaciuti (base trucco opacizzante e  primer viso uniformante ), quello dell’avon è buono ma non è che mi faccia durare il trucco davvero tutta la giornata (magix perfezionatore viso ), e poi ho provato i campioncini di quello di Sephora e della Make up for ever, ma per averli utilizzati una volta sola non posso dirvi come mi son trovata; per quanto riguarda il primer occhi ho provato quello della Pupa (base occhi ) e della Urban Decay (ho la minitaglia che regalavano acquistando la naked palette ), e con entrambi mi son trovata molto bene, anche se quest’ultimo è insuperabile, infatti appena posso acquisterò quello full size :)

Se ne avete qualcuno da consigliarmi oltre a questi aspetto i vostri commenti :)


 

lunedì 23 gennaio 2012

Come far durare a lungo il rossetto?


Innanzitutto prima di stendere il rossetto, soprattutto durante l’inverno, è necessario effettuare uno scrub o gommage alle labbra, in modo da eliminare le antiestetiche pellicine e screpolature; bisogna anche idratale quotidianamente con un buon burrocacao; il risultato sarà sicuramente più omogeneo. Per evitare poi di dover ritoccare continuamente il make up, in particolare il rossetto, oggi vi spiego come fare:

-    Applicate una base per rossetto su tutte le labbra in maniera uniforme
-    Usate  una matita color carne per delineare il bordo esterno
-    Scegliete poi una matita di un colore simile a quello del rossetto per delineare il contorno delle labbra
-    Stendete quindi uno strato di rossetto
-    Usate un pennellino labbra per un’applicazione più precisa, soprattutto agli angoli della bocca
-    Rimuovete l’eccesso con un fazzoletto di carta
-    Riapplicate il rossetto

Se non avete una base per labbra andrà benissimo anche la stessa matita labbra del colore simile al rossetto oppure un po’ di fondotinta; per fissarlo invece può andar bene anche una cipria translucida. Io preferirei non mettere tutti questi cosmetici sulle labbra, al massimo si può fare quando applichiamo un rossetto rosso o comunque un colore forte e acceso, nelle occasioni particolari, ma non tutti i giorni.

I rossetti che durano più a lungo ovviamente sono quelli formulati apposta per durare ore ed ore, oppure per chi ancora non ha dimestichezza con l’applicazione del rossetto può acquistare le varie tinte per labbra, molto più semplici da utilizzare.

Lo sapevi che? Per le donne non più giovanissime e con qualche ruga ci sono delle matite labbra trasparenti che se stese sul contorno delle labbra impediscono al rossetto di colare e finire quindi nelle rughette.

Vi lascio il link del video della mitica Giuliana - Makeup Delight che spiega in maniera pratica come fare: >Clicca qui<

martedì 3 gennaio 2012

Come applicare il fard?


 Il fard (o blush) serve per dare un tocco finale al make up e dare un po’ di colore alle nostre guance;
 la nuance deve essere scelta in base al colore della nostra pelle: se come me avete una pelle chiara ad esempio potete optare per un rosa/pesca, anche se sarebbe meglio scegliere un colore che si sposi bene con il rossetto e/o ombretto che stiamo indossando.

Come applicarlo?

-    quello in polvere: con un pennello per fard morbido, prelevate un po’ di prodotto e prima di applicarlo sugli zigomi sbattetelo sulla confezione e soffiate per eliminare gli eccessi; se vi risulta chiaro potete sempre fare una seconda passata, attenzione però a non esagerare; l’importante è sfumarlo per bene verso l’esterno del viso con movimenti circolari;
-    quello in crema: prelevate il prodotto con i polpastrelli e picchiettatelo sulle guance sfumando per bene anche in questo caso.

Lo sapevi che? Per facilitare la stesura del fard il segreto è sorridere durante l’applicazione!

lunedì 21 novembre 2011

Come pulire le spugnette per il fondotinta?



Con acqua tiepida e shampoo delicato o un detergente viso (meglio se antibatterico) o semplicemente sapone di marsiglia; strofinate delicatamente la spugnette (io la prima volta ho perso la pazienza con una povera spugnetta in lattice e mi sono messa a grattarla…inutile dirvi com’è finita…), risciacquatela per bene e lasciatela asciugare.
Se la volete super bianca come nuova allora vi consiglio di utilizzare anche uno sgrassatore universale come lo Chante Claire.

Lo sapevi che? Dovremmo lavare sempre le spugnette una volta utilizzate in modo da non lasciare residui di fondotinta che alla fine si seccano e son difficili da rimuovere

domenica 16 ottobre 2011

Come far durare a lungo la matita all’interno dell’occhio ed evitare che sbavi?


Che cosa odiosa uscire di casa col trucco perfetto e tornare con la matita sbavata e trasferita tutta sotto gli occhi! Premettendo che ho acquistato svariate matite khol o kajal, anche waterproof, ma nessuna mi tiene per più di qualche ora; credo che la colpa sia della mia lacrimazione facile, ma da poco ho scoperto una regola generale del make up e cioè che TUTTI I PRODOTTI IN CREMA VANNO FISSATI CON UN PRODOTTO IN POLVERE, quindi questo vale non solo per i fondotinta ad esempio ma anche per le matite occhi!


Allora una volta che applichiamo la nostra matita nera all’interno dell’occhio, dobbiamo fissarla con un ombretto nero (assolutamente non glitterato!) picchiettandolo sopra la matita con un pennello possibilmente angolato; mi raccomando prendete la giusta quantità di ombretto ed applicatelo un po’ per volta altrimenti potrebbe andare a finire dentro l’occhio!
Risultato garantito!

domenica 9 ottobre 2011

Come prolungare la vita di un mascara?


Innanzitutto quando acquistiamo un nuovo mascara dobbiamo essere certe che nessuno lo abbia già aperto altrimenti il prodotto all’interno sarà già secco, quindi assicuriamoci che la confezione sia integra, e credetemi, soprattutto agli stand della essence, è una cosa molto rara!
Evitate di conservarlo in un ambiente troppo umido o secco per evitare che si rovini.
Al momento dell’applicazione NON spingete su e giù lo scovolino dentro il tubetto, altrimenti entrerà aria all’interno ed il prodotto si seccherà più velocemente e naturalmente si formeranno grumi; piuttosto limitiamoci a ruotare lo scovolino all’interno della confezione stessa.
Comunque dopo qualche mese il vostro mascara si seccherà, ma se non volete acquistarne uno nuovo subito oppure quello che avete vi piace troppo potete sfruttarlo di più semplicemente aggiungendo 2 gocce di olio di ricino nel mascara, che tra l’altro rinforza le ciglia; è inutile aggiungere acqua per diluirlo perché lo seccherebbe ancora più velocemente.
Poi so che sembrerà una cosa banale, ma è importante richiudere bene la confezione dopo l’uso ;)

martedì 23 agosto 2011

Dizionario cosmetico




BB CREAM (Blemish Balm): balsamo per le imperfezioni del viso

BLUSH (O FARD): in polvere, compatto o cremoso, serve per dare un po’ di colorito al viso

CC CREAM (Color/Complexion Correction Cream): evoluzione delle BB cream, perché idratano e correggono più efficacemente

CIPRIA: in polvere libera o compatta, ha la funzione di opacizzare e fissare il trucco

CONDITIONER: balsamo per capelli

CONTOURING/ HIGHLITGHTING: sono delle tecniche di make up che consentono di correggere i difetti ed esaltare alcune zone del viso dosando luci ed ombre con polveri scure e ciprie illuminanti

CORRETTORE: corregge le discromie della pelle (occhiaie, brufoli, macchie, ecc)

EYELINER: liquido, in gel o in penna, serve a definire, accentuare o modificare la forma dell’occhio

FONDOTINTA: liquido, in polvere, in mousse, compatto o cremoso, ha la funzione di uniformare l’incarnato e correggere le discromie della pelle

INCI: International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, è l'elenco degli ingredienti cosmetici espresso secondo una nomenclatura standard

LASTING: un prodotto di makeup che dura più ore della giornata

LIPGLOSS: colora, lucida e rimpolpa le labbra

MASCARA O RIMMEL: separa, allunga ed infoltisce le ciglia per dare intensità allo sguardo

MAT: è un effetto non lucido (opaco) di alcuni smalti, ombretti, ecc

KAJAL: pasta nera morbida dal tratto intenso, da applicare all’interno dell’occhio (venduta proprio come una matita)

KOHL: è molto simile al kajal, l'unica differenza sta nel fatto che il kohl è una polvere

PAO:  Period After Opening symbol è un simbolo grafico che identifica la vita utile di un prodotto cosmetico correttamente conservato a partire dal momento in cui la confezione viene aperta. Il simbolo consiste in un contenitore aperto all'interno del quale (o nelle immediate vicinanze) è indicato il numero dei mesi di durata del prodotto dall'apertura del contenitore

PRIMER: (per viso/occhi/labbra) applicato prima del fondotinta/ombretto/rossetto, facilita la durata di questi, esalta i colori, uniforma (per saperne di più clicca QUI)

SATIN: brillante (senza brillantini)

SCHIMMER: scintillante (con brillantini)

SCHEER/TINTED: trasparente/colorato

TEXTURE: indica la consistenza del prodotto (una crema, un rossetto, un gloss); viene utilizzata talvolta anche in riferimento alla grana della pelle (pelle uniforme vs pelle con imperfezioni).

WATERPROOF: resistente all’acqua

giovedì 28 luglio 2011

Trucco e lenti a contatto



Le lenti a contatto sono indispensabili per chi, come me, ha problemi alla vista… ma chi dice che dobbiamo rinunciare al make up? Basta solo avere alcuni accorgimenti per evitare irritazioni, reazioni allergiche, arrossamenti o infezioni.

Per quanto riguarda le lenti, applicatele solo dopo aver lavato le mani accuratamente, PRIMA di mettere sul viso qualsiasi cosa (anche perché altrimenti come fate a vedere bene? Io sono proprio una talpa :D ), e PRIMA di struccarvi (sciacquandole per bene con l’apposita soluzione)

Scegliete sempre prodotti di alta qualità, ipoallergenici e possibilmente di origine naturale
Utilizzate matite morbide per occhi sensibili che non sbavano, e mascara waterproof
Utilizzate prodotti in crema o compatti (cipria, fondotinta, ombretti), ma se preferite le polveri l’importante è stare più attenti durante la stesura del prodotto perché potrebbe finire nell’occhio
Guardate le scadenze e tenete i prodotti al riparo dal calore e dalla polvere

Dicono che: non bisogna mettere la matita all’interno dell’occhio, ma io lo faccio e non ho mai avuto problemi a parte qualche giornata NO, nella quale l’occhio mi rifiuta sia la lente che il trucco, ma è normale…si tratta comunque di corpi estranei.

lunedì 4 luglio 2011

Come pulire i pennelli make up?



La pulizia dei nostri pennelli da trucco è fondamentale per evitare che germi e batteri finiscano sul nostro viso causando l’insorgenza di brufoli ed irritazioni. Basta lavarli ogni 10-15 giorni con dei prodotti specifici oppure con sapone neutro, shampoo, balsamo, o ancora ammorbidente, latte detergente (insomma scegliete voi!), anche perchè ragazze mie dopo un pò puzzano da morire!
In una bacinella con acqua tiepida (né calda né fredda), immergete solo le setole per non scollare il pennello; prendete un po’ di sapone liquido (non esagerate con la quantità, ne basta veramente poco) e delicatamente massaggiatele sempre nella loro direzione, non a casaccio. Sciacquateli per bene uno ad uno a testa in giù sempre con acqua tiepida, in modo che non restino tracce di sapone, strizzateli un po’, passateli sul palmo della mano con movimenti circolari per pulire il fondo, e lasciateli asciugare in modo naturale, quindi non con il phon, poggiandoli  su un’asciugamano (o se preferite asciugarli in pochissimo tempo usate sì il phon, ma a temperatura e velocità medio/bassa).
Se poi siete così pazienti da volerli lavare quotidianamente basta usare delle salviettine struccanti.
Per disinfettarli potete inumidire un fazzoletto di carta con dell’acqua ossigenata e passare i pennelli senza strofinare troppo (questo passaggio è importante soprattutto se i pennelli li usa qualcun altro tipo vostra madre o un’amica)
Così tuoi pennelli saranno come nuovi!