Visualizzazione post con etichetta Manicure. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Manicure. Mostra tutti i post

lunedì 26 marzo 2012

Cosmetici fai-da-te: Olio rinforzante per unghie


Ingredienti:
  • olio extravergine d'oliva  (azione rinforzante, emolliente e lucidante)
  • olio di mandorle dolci (azione nutriente)
  • olio essenziale di limone - 5 gocce (azione sbiancante)

Basta semplicemente riempire una boccetta di smalto (con l'aiuto di un imbutino se ce l'avete) per metà con olio extravergine d'oliva e metà olio di mandorle dolci, infine aggiungere l'oe di limone ed agitare la boccetta.


Aggiunte:
  • olio di ricino - 10 gocce (che ha un'azione rinforzante)
  • olio di argan - 10 gocce (azione rigenerante)

Risulterà giallissimo e profumatissimo. Lo applico tute le sere sulle unghie e cuticole, massaggiando fino a completo assorbimento.

Vi consiglio di utilizzare una boccetta di smalto trasparente, così sarà più facile ripulirla (io ho usato quella di Bottega Verde).
Come ho pulito la boccetta di smalto? clicca qui



Follow me on 
 FacebookTwitter  - Bloglovin'
 Google+ - Pinterest - Instagram 

domenica 25 marzo 2012

Come pulire una boccetta di smalto per riutilizzarla?

Image and video hosting by TinyPic 


Visto che ho il problema delle unghie sfaldate, volevo utilizzare una boccetta di smalto vuota per metterci dentro un mix di oli (clicca qui).

Allora ho preso uno smalto indurente della Bottega Verde che era diventato un po’ secco ed ho svuotato il contenuto nella boccetta di smalto rosa per la french manicure della stessa marca (poi proverò quindi a farli rinascere insieme; come fare? clicca qui). Potete anche utilizzare una boccetta di smalto colorato, l’importante è non sceglierne uno scuro perché farete doppia fatica, e già il lavoro è tanto! Se vi dispiace buttar via quello che è rimasto (magari a metà) potete mischiarlo ad un altro smalto oppure dipingere qualche vasetto di vetro… fate voi! A me non piace buttar via i prodotti senza prima averli terminati!

La prima cosa che dovete fare è riempire la boccetta di acetone, richiuderla e aspettare 24 ore almeno (ricordatevi di agitarla ogni tanto); dopodiché svuotatela, riempite una bacinella con acqua calda e sapone (oppure detersivo piatti) ed immergete sia la boccetta che lo scovolino, lasciateli lì per un po’ e poi armatevi di pazienza e cominciate a strofinare con una vecchia spugnetta per togliere i residui, aiutandovi anche con dei cotton fioc nei punti “critici”, ossia gli angoli! Poi lasciatela asciugare e riempitela con un po’ di alcool, aspettate qualche ora e poi risciacquate con acqua e sapone; il pennellino occorre lavarlo invece con un po’ di balsamo perché il mio ad esempio era diventato duro e tutto impiastricciato! Lasciatela asciugare per qualche giorno per bene e poi è pronta per essere utilizzata! Personalmente non ho dovuto faticare molto perché ho scelto uno smalto trasparente :)



domenica 19 febbraio 2012

Rimedi per le unghie sfaldate

Image and video hosting by TinyPic

Ho  questo problema soprattutto durante il periodo invernale, ed è una cosa abbastanza fastidiosa perché le unghie poi diventano fragilissime e devono comunque avere il tempo di ricrescere; per evitare questo inconveniente bisogna:
  • utilizzare sempre i guanti durante le faccende domestiche ed evitare il contatto prolungato con acqua;
  • assumere integratori alimentari, o ancora meglio scegliere degli alimenti che contengono biotina ed in generale sali minerali e vitamine;
  • non smangiucchiarsi le unghie né tantomeno metterle in bocca;
  • resistere alla tentazione delle unghie lunghe (dobbiamo aspettare che crescano forti);
  • effettuare una buona manicure almeno una volta alla settimana;
  • evitare di cambiare ogni giorno lo smalto.
Dopo tutti questi accorgimenti, quali prodotti possiamo utilizzare per risolvere questo problema? Se ce l’avete in casa potete utilizzare l’olio di argan, l’olio di mandorle dolci, l’olio di ricino, o semplicemente l’olio extravergine di oliva ,applicandone poche gocce sulle unghie e massaggiando per bene;  vendono nelle profumerie una marea di smalti creati apposta per questo anche se non ne ho mai trovato uno davvero miracoloso, se il vostro problema dovesse più grave ovviamente vendono alcuni prodotti specifici in farmacia.
Un rimedio naturale super semplice?  Clicca qui

martedì 24 gennaio 2012

Scrub per le mani

Image and video hosting by TinyPic

La ricetta base è semplicissima: basta mescolare un cucchiaino di zucchero semolato a due cucchiaini di miele (se avete le mani troppo secche, o comunque durante il periodo invernale, potete optare per l’olio extravergine d’oliva che ha un’azione emolliente ed idratante ). Potete poi aggiungere altri ingredienti a seconda delle vostre esigenze: ad esempio un po’ di  latte se volete rinforzare le vostre unghie (poiché contiene calcio), un po’ di succo di limone se volete avere un effetto schiarente e se avete problemi di macchie.
Nella ricetta ho inserito l’olio extravergine d’oliva perché è quello più reperibile, ma vanno benissimo anche l’olio di mandorle dolci, l’olio di argan, l’olio di ricino, meglio ancora se fate un mix di due oli.
La consistenza deve essere granulosa, nel caso in cui dovesse essere liquida basta aggiungere un altro po’ di zucchero.

Ora prendete una bacinella, riempitela di acqua tiepida ed immergete le vostre mani; dopo 5 minuti possiamo procedere allo scrub: massaggiate delicatamente le mani con il composto che avete creato, dopo di che potete risciacquare. Sentirete la differenza!

Vi consiglio di applicarlo la sera e di farlo non più di una volta alla settimana, le vostre mani saranno più morbide e ben idratate (anche se non dimenticatevi che è fondamentale applicare la crema quotidianamente).

Lo sapevi che? Per rendere lo scrub più delicato al posto dello zucchero potete mettere il bicarbonato di sodio.


giovedì 19 gennaio 2012

Come trattare le cuticole?

Image and video hosting by TinyPic

Sono davvero antiestetiche le cuticole (o pellicine), allora vediamo un po’ come possiamo curarle: innanzitutto è fondamentale effettuare una buona manicure settimanale (fatta in casa o dall’estetista), in particolare per risolvere il problema delle cuticole dobbiamo versare dell’acqua calda (ma non troppo) e qualche goccia di olio di mandorle dolci in una bacinella, immergere le dita e  lasciarle in ammollo per 5 minuti; le nostre cuticole così si saranno ammorbidite e possiamo procedere con un apposito bastoncino di legno d’arancio a spingerle verso l’interno dell’unghia, delicatamente; dopo di che possiamo utilizzare ancora un po’ di olio di mandorle (o se preferite olio d’oliva o di jojoba) effettuando un lieve massaggio per idratare e nutrire anche le unghie; se le cuticole sono molto secche possiamo optare invece per uno scrub con un po’ di sale ed olio (vendono anche dei prodotti appositi se volete).
Non dobbiamo mai tagliarle, perché rappresentano una “protezione” naturale contro le infezioni; se son proprio lunghe e fastidiose potete alzarle (sempre con l’aiuto del bastoncino) e con una forbicina tagliarle, senza esagerare e stando attenti a non farvi male.
Ultimo step (non per la manicure totale) consiste nell’applicare una crema idratante.

Lo sapevi che?
L’acqua calda, i detergenti/saponi, e tutti gli altri prodotti che utilizziamo (ad esempio il solvente per unghie) causano l’indebolimento delle unghie e la secchezza delle cuticole; idratarle quindi è la regola principale.


domenica 18 dicembre 2011

Come rimuovere facilmente lo smalto scuro o glitterato?

Image and video hosting by TinyPic

Alcuni smalti sono veramente difficili da rimuovere, specialmente quelli scuri e/o glitterati; per evitare di sfregare troppo le unghie e macchiarci tutte le mani, ecco cosa possiamo fare:

Ci serve solo il solvente (consiglio sempre quelli senza acetone), dei dischetti di cotone, un po’ di carta alluminio o pellicola.

Imbevete il dischetto di cotone (che potete anche tagliarlo a metà) con il solvente e poggiatelo su un unghia; avvolgetelo poi con la carta alluminio per farlo rimanere fermo e aderente all’unghia, ripetete l’operazione con tutte le unghie ed aspettate 3 o 4 minuti. Sfilateli tutti e lo smalto si sarà trasferito sui dischetti, risultato garantito!

 

martedì 18 ottobre 2011

Come rigenerare uno smalto secco o troppo denso?

Image and video hosting by TinyPic
Innanzitutto per far si che lo smalto non diventi secco è importante richiudere bene la boccetta dopo averla utilizzata; e per bene intendo dire che il bordo della boccetta deve essere ben pulito con l'aiuto di un cotton fioc e solvente; non lasciate che i residui di smalto si secchino lì, perché questo impedisce la corretta chiusura della boccetta, di conseguenza lo smalto non rimarrà intatto a lungo! Ma se il danno è fatto ecco cosa fare:

Prendete lo smalto in questione, l’alcool denaturato ed un cotton fioc, imbevete quest’ultimo di alcool e mettetene poche gocce (2 andranno benissimo) nello smalto, richiudetelo ed agitatelo per bene; se non dovesse soddisfarvi il risultato potete aggiungere qualche altra goccia di alcool ma mi raccomando non esagerate altrimenti dovrete solo buttarlo!

Lo sapevi che? Se proprio non avete voglia di utilizzare l’alcool perché lo trovate aggressivo o non sopportate l’odore, potete optare per l’olio di mandorle dolci puro, sempre 2 gocce, oppure per gli appositi diluenti delle varie case cosmetiche come Mavala (l’ho scoperto grazie al canale youtube di TheMissBetta87, dategli un’occhiata ;) ).
Vi sconsiglio assolutamente di utilizzare sia l’acetone che il solvente senza acetone, rovinano entrambi lo smalto, lo so per esperienza personale!

mercoledì 28 settembre 2011

Pulizia degli accessori per la manicure

Image and video hosting by TinyPic

Dopo la manicure casalinga è necessario pulire e disinfettare i nostri attrezzi per le unghie.
In commercio ci sono degli appositi sterilizzatori ma io personalmente non uso particolari prodotti perché la mia lima, forbicina, spingi cuticole, buffer ecc sono cose che utilizzo solo per me, non faccio manicure ad altre persone se non mia madre e qualche mia amica.

Per una questione di igiene dopo che finisco la manicure metto tutto in ammollo in acqua calda ed aggiungo un po’ di sapone neutro, e poi li lascio asciugare al sole; ogni tanto, per una pulizia più profonda utilizzo l’amuchina, oppure un po’ di alcool, oppure ancora candeggina, va bene comunque qualsiasi altro disinfettante anche in spray, l’importante è non esagerare perché col tempo gli attrezzi in acciaio si arrugginiscono; anche le lime se messe troppo in ammollo si rovinano.
Chi è appassionato di nail art si dovrà occupare anche dei pennelli, e per questo argomento vi posto il link in cui parlo della pulizia dei pennelli make up clicca qui


venerdì 2 settembre 2011

Crema mani allo yogurt

Image and video hosting by TinyPic

Prendete un vasetto di yogurt bianco e versatene metà in un contenitore di vetro o plastica, tagliate un limone in 4 parti, spremetene una sola e aggiungete il succo allo yogurt; potete anche aggiungere un po’ di miele; mescolate per bene, chiudete il contenitore e mettetelo in frigo per un paio d’ore. Prendetelo e massaggiate delicatamente le vostre mani (farà bene anche alle vostre unghie!) per qualche minuto, poi lavate e asciugatevi le mani. Risultato? Mani morbide, rigenerate e fresche!

martedì 30 agosto 2011

Come pulire le unghie

Image and video hosting by TinyPic

Oltre a tenere le mani sempre pulite dovremmo preoccuparci anche delle nostre unghie, che siano lunghe o meno, perchè si sporcano facilmente! Allora cosa dobbiamo fare? Usiamo la punta di una limetta per rimuovere la sporcizia ma state attente a non farvi male. Poi semplicemente abbiamo bisogno di una spazzola apposita e del succo di limone, basta strofinare e via! Vi assicuro che funziona e si sbiancano pure! In alternativa al limone potete benissimo utilizzare acqua calda e sapone o ancora acqua calda e candeggina (o acqua ossigenata) e lasciate in ammollo le unghie per qualche minuto.

martedì 16 novembre 2010

Come applicare lo smalto in modo impeccabile?

Image and video hosting by TinyPic

Ogni donna vuole sempre delle mani curate, quindi è importante saper applicare bene lo smalto; ma come possiamo stenderlo in modo impeccabile e magari farlo durare più a lungo?

Ecco alcuni consigli per un risultato ottimale:
Dopo un’accurata manicure, bisogna levigare le unghie con l’apposito buffer (il mattoncino bianco) e applicare uno smalto trasparente (indurente, nutriente, anti sfaldature, a seconda delle vostre esigenze) per avere una base uniforme, così l’unghia non sarà “aggredita” dallo smalto e quest’ultimo aderirà  meglio e durerà qualche giorno in più. 
Quando arriva il momento di applicare il nostro smalto colorato, agitate bene il flacone (poiché i pigmenti tendono a separarsi e depositarsi sul fondo del contenitore);  piccole sfere in acciaio inox contenute nel flacone aiutano a ottenere una miscelazione omogenea del colore e a migliorare la consistenza dello smalto facilitandone l’applicazione.
La posizione ottimale per stendere lo smalto prevede di poggiare bene il gomito e la mano ben aperta su una superficie piana.

Image and video hosting by TinyPic

Prendete la quantità di smalto giusta e provate la sua consistenza sulla punta dell’unghia (guarda figura: 1). 
Procedete con un primo tratto in senso verticale al centro e lasciate uno spazio tra lo smalto e la cuticola (2). Stendete un secondo tratto in senso orizzontale, alla base dell’unghia lungo la cuticola (3). 
Continuate con uno strato verticale a fianco del primo tratto (4). 
Terminate con uno con uno strato verticale nell’altro fianco del primo tratto (5). 

Se lo smalto ha toccato la pelle o le cuticole, aspettate che si asciughi, poi togliete le eventuali sbavature con un bastoncino da manicure (va bene anche un cotton fioc)  imbevuto di solvente o usate un correttore apposito.

Assicuratevi che lo smalto sia asciutto, dopodiché potete applicare un secondo strato per coprire le zone più chiare o non coperte con la prima applicazione (è necessario per dare profondità al colore).

Altri piccoli accorgimenti:
  • Stendete strati di smalto sottili in modo che si asciugheranno più rapidamente.
  • Se volete far sembrare più lunghe le vostre unghie  non stendete lo smalto su tutta l’unghia, ma lasciate un po’ di spazio tra il bordo delle unghie e la pelle.
  • Una volta che anche il secondo strato è asciutto, passiamo uno strato di smalto trasparente che darà brillantezza al colore e garantirà un fissaggio migliore, oppure potete immergere le unghie nell'acqua fredda per qualche secondo una volta che il secondo strato di smalto si è asciugato (trucchetto casalingo!).

mercoledì 27 ottobre 2010

Unghie fragili...rimedio? Olio e limone!

Image and video hosting by TinyPic

La fragilità delle nostre unghie può essere causata da carenze nutrizionali, da allergie, da lavaggi frequenti delle mani, da malattie o dal vizio di tenere le mani in bocca smangiucchiando le nostre povere unghie. 

Cominciamo a capire cosa non va nella nostra alimentazione, quindi apportiamo la giusta quantità di vitamine e sali minerali (mangiando frutta e verdura e bevendo molta acqua). Evitate il contatto con troppa acqua e detergenti aggressivi (quindi per le vostre pulizie di casa usate dei bei guanti di gomma). Ricordatevi che le mani devono essere sempre asciugate con cura (poiché l’umidità può favorire le micosi). Accorciate le vostre unghie con l’apposito strumento (magari NON con la forbicetta nè con la tronchesina) ed usate delicatamente una limetta non troppo dura. 

In giro è pieno di smalti indurenti, oli e creme che ci aiutano a far si che le nostre unghie non si spezzino e non si sfaldino, ma i rimedi naturali forse sono quelli più efficaci. 

Ecco un ottimo rimedio naturale:
Preparate una miscela composta da due cucchiai di olio extravergine d’oliva ed un cucchiaio di succo di limone (o meglio ancora qualche goccia di olio essenziale di limone), mescolate bene ed immergete le unghie per qualche minuto, oppure, aiutandovi con dei cotton fioc, massaggiatele per qualche minuto. Ma perché olio e limone?  È semplice, il limone schiarisce le unghie mentre l’olio funge da emolliente, idratante e rinforzante.

Per saperne di più  clicca qui